detrazioni

FABBRO ANDREOLI si distingue da altri concorrenti perché fornisce al cliente, oltre che un servizio di qualità anche un servizio completo: infatti attraverso i propri esperti qualificati, offre gratuitamente alla propria clientela la giusta consulenza in materia di detrazione fiscale per il recupero dei bonus del 36% e 55%.

detrazioni al 36 title=

DETRAZIONI DEL 36% SULLE RISTRUTTURAZIONI

RISTRUTTURAZIONE: ANCORA UN ANNO CON IL BONUS DEL 36%

Dal 14 maggio, con l'entrata in vigore del Decreto Sviluppo, non è più necessario inviare comunicazione preventiva al Centro Operativo di Pescara: la nuova procedura elimina l'obbligo di comunicazione preventiva al Centro Operativo di Pescara e l'indicazione del costo della manodopera in fattura.

Sono stati prorogati al 31 dicembre 2012 gli sgravi Irpef sugli interventi edilizi, introdotti dalla legge 449/97. La misura della detrazione resta fissata al 36% della somma spesa e, contemporaneamente, diventa permanente l'aliquota Iva ridotta al 10% su manutenzioni ordinarie e straordinarie.

La detrazione va obbligatoriamente suddivisa in dieci rate annuali, salvo per i contribuenti con più di 75 e 80 anni. In questi casi la ripartizione può avvenire rispettivamente in cinque o tre rate.

Gli sgravi competono per gli interventi effettuati su unità immobiliari a destinazione residenziale. E' indifferente che di tratti dell'abitazione principale, di una residenza secondaria (al mare in montagna) o di un immobile messo a reddito e quindi affittato.

Sono ammessi al beneficio fiscale tutti gli interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria, restauro risanamento conservativo e ristrutturazione edilizia finalizzati ad impedire il compimento di atti illeciti da parte di terzi, eseguiti su immobili destinati ad abitazione anche di lusso o rurali.

Hanno diritto al bonus fiscale sia i proprietari, sia i loro famigliari (anche se non detengono quote dell'immobile) purché conviventi con i proprietari. I famigliari possono beneficiare delle detrazioni a condizione che sostengano la spesa, che le fatture e i bonifici siano a loro intestati.

detrazioni al 55

DETRAZIONI 55% PER GLI INTERVENTI DI RISPARMIO ENERGETICO

La Manovra Monti conferma la detrazione Irpef del 55% per gli interventi di risparmio energetico ma solo fino al 2012.

Nella bozza del decreto non compariva la proroga della detrazione Irpef del 55% relativa alle spese per il risparmio energetico, in vigore dal 2007 e prorogata finora fino al 2011.

Nella versione definitiva del decreto stesso, invece, è stato inserito il nuovo comma 4 nell'art. 4, dove si stabilisce che tale detrazione è prorogata di un altro anno, fino al 31 dicembre 2012, senza i cambiamenti di aliquote di cui si era parlato nei giorni precedenti all'approvazione definitiva del Decreto.

E' confermata la ripartizione della detrazione in 10 anni, come era stato da ultimo stabilito per il 2011 dalla Legge di Stabilità 2011 (Legge n. 220/2010).

La detrazione del 55% compete per gli interventi effettuati sugli involucri degli edifici: si tratta delle spese per interventi su edifici esistenti e che coinvolgono le finestre comprensive d'Infissi, purchè vengano rispettati i requisiti di trasmittanza termica definiti con il decreto 11 marzo 2008.

La detrazione del 55% rimarrà in vigore fino a tutto il 2012 e, successivamente, a partire dal 2013, gli interventi agevolabili in base alla normativa sul risparmio energetico, anche se non realizzate in occasione di opere di ristrutturazione, verranno “inglobati” nella normativa sulla detrazione del 36% già applicabile agli analoghi interventi realizzati però nell'ambito di una ristrutturazione edilizia.

Fabbro Brescia